Ferrovia Lagonegro (FCL) - Spezzano Albanese Terme (FCL)

Scheda

Dati principali

Lunghezza: 104,746 km

Apertura: 1915-1931

Chiusura: 1952-1978

Ultimo gestore: Ferrovie Calabro Lucane

Elettrificazione: no

Scartamento: 950 mm

Stazioni e fermate: Lagonegro (FCL), Rivello, Nemoli, Bivio Latronico, Pastorella, Lauria, Galdo, Prestieri, Castelluccio Superiore, Castelluccio Inferiore, Rotonda-Viggianello, Laino Borgo, Laino Castello, Pietragrossa, Papasidero, Mormanno, Campotenese, Pavone, Carbonaro, Morano Calabro, Crocifisso, Castrovillari, Frascineto Pietà, Frascineto Ferrocino, Frascineto Ferrocino-Eianina, Civita, Madonna della Catena, Cassano allo Jonio, Garda, Chidichimo, Spezzano Albanese Terme (FCL)


Stato attuale

Nel tratto Lagonegro-Castrovillari la sede ferroviaria è quasi interamente presente e ancora ben evidente, con numerose opere d’arte, in molti tratti utilizzata come strada campestre ed in altri invasa dalla vegetazione spontanea. Solo nei pressi di Castelluccio Inferiore vi sono alcuni chilometri di sedime trasformati in strada. Generalmente in buono stato anche i fabbricati di servizio. Da Castrovillari a Spezzano Albanese, invece, la sede ferroviaria è stata per lunghi tratti cancellata dall’urbanizzazione (utilizzata per la realizzazione di una strada provinciale asfaltata) o inclusa nei campi coltivati, anche se permangono tratti visibili e utilizzati come strade campestri o abbandonati. Pochi gli spezzoni di rotaie superstiti, mentre i fabbricati di stazione ed i caselli sono quasi tutti in ottime condizioni e spesso abitati.

Mappa

legenda legenda legenda legenda legenda

Immagini

  • Ex-stazione di Lagonegro delle Ferrovie Calabro Lucane (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Lagonegro (FCL), a sinistra, adiacente all'omonima stazione FS, a destra (A. Stigliani, 2016)

  • I fabbricati viaggiatori delle stazioni di Lagonegro FS (a sinistra) e FCL (a destra) (A. Stigliani, 2016)

  • Vecchio ponte in ferro all'uscita della stazione di Lagonegro (FCL), rimosso dalla sua sede e posato sopra un tratto di binario (A. Stigliani, 2016)

  • Una spalla del ponte in ferro ora rimosso e, sullo sfondo, l'imbocco di una galleria, nei pressi della stazione di Lagonegro (FCL) (A. Stigliani, 2016)

  • Viadotto di Lagonegro, tra le stazioni di Lagonegro (FCL) e Rivello, visto dall'omonima stazione FS (G. La Padula, 2016)

  • Viadotto di Lagonegro: il cedimento di un'arcata determinò, nel 1952, la soppressione del servizio tra Lagonegro e Rivello (G. La Padula, 2016)

  • Viadotto di Lagonegro con il cedimento che ha interessato la 2° arcata ben evidente (A. Stigliani, 2016)

  • Altra immagine del viadotto di Lagonegro, con l'arcata pericolante da oltre 60 anni (G. La Padula, 2016)

  • Cavalcavia sulla S.P. Lagonegrese Superiore ed ex-casello nei pressi della stazione di Rivello (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-casello nei pressi della stazione di Rivello, in condizioni fatiscenti (A. Stigliani, 2016)

  • Altra immagine dell'ex-casello nei pressi della stazione di Rivello (A. Stigliani, 2016)

  • Interno dell'ex-casello nei pressi della stazione di Rivello, ridotto ad un rudere (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Rivello, in stato di abbandono (A. Stigliani, 2016)

  • Particolare della facciata, lato binari, del fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Rivello (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime, divenuto una strada rurale, in corrispondenza della stazione di Rivello; sullo sfondo la rimessa locomotive (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-fermata di Nemoli, divenuta un'abitazione privata (A. Stigliani, 2016)

  • Particolare del vecchio forno della fermata di Nemoli, ottimamente conservato (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-casello al km 11+475, nei pressi della stazione di Bivio Latronico (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-casello al km 11+475, divenuto un'abitazione privata (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Bivio Latronico, abitata e ben conservata (A. Stigliani, 2016)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Bivio Latronico, trasformato in luogo di culto (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime trasformato in pista ciclopedonale tra l'ex-stazione di Bivio Latronico e la fermata di Pastorella (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime trasformato in pista ciclopedonale tra l'ex-stazione di Bivio Latronico e la fermata di Pastorella (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-casello in condizioni fatiscenti tra l'ex-stazione di Bivio Latronico e la fermata di Pastorella (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime trasformato in pista ciclopedonale nelle vicinanze della fermata di Pastorella (A. Stigliani, 2018)

  • Imponente viadotto, parte in muratura e parte in ferro, nelle vicinanze dell'ex-fermata Pastorella (A. Stigliani, 2018)

  • Altra immagine del medesimo viadotto nelle vicinanze della fermata di Pastorella (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime nei pressi della fermata di Pastorella, con evidenti resti della massicciata ferroviaria (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-fermata di Pastorella, in condizioni fatiscenti (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-fermata di Pastorella, con l'imbocco della vicina galleria (A. Stigliani, 2018)

  • Imbocco, lato Lagonegro, della galleria in corrispondenza della fermata di Pastorella (A. Stigliani, 2018)

  • Imbocco, lato Spezzano, della galleria Pastorella, tra la fermata di Pastorella e la stazione di Lauria (A. Stigliani, 2016)

  • Viadotto in curva nei pressi della ex-stazione di Lauria (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime al termine del viadotto in curva che precede la stazione di Lauria (A. Stigliani, 2016)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Lauria (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Lauria, lato binari, abbandonata e fatiscente (A. Stigliani, 2016)

  • Particolare della facciata, lato binari, del fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Lauria (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime ferroviario in corrispondenza della stazione di Lauria (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-fermata di Galdo, in stato di abbandono (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-fermata di Galdo (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime nei pressi della fermata di Galdo, in direzione Spezzano (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-casello, ridotto ad un rudere, tra le fermate di Galdo e Prestieri (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime, ben riconoscibile come sentiero sterrato, nei pressi della fermata di Prestieri (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-fermata di Prestieri (A. Stigliani, 2018)

  • Particolare dell'iscrizione della ex-fermata di Prestieri (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime nei pressi della fermata di Prestieri, con resti della massicciata ferroviaria (A. Stigliani, 2018)

  • Imbocco, lato Spezzano, di una galleria tra la fermata Prestieri e la stazione di Castelluccio Superiore (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime tra la fermata di Prestieri e la stazione di Castelluccio Superiore, con resti della massicciata (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-casello, ormai diroccato, tra la fermata di Prestieri e la stazione di Castelluccio Superiore (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime nei pressi del passaggio a livello con la S.S. 19, tra la fermata di Prestieri e la stazione di Castelluccio Superiore (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-casello in corrispondenza del passaggio a livello con la S.S. 19, tra la fermata di Prestieri e Castelluccio Superiore (A. Stigliani, 2018)

  • Viadotto nei pressi di Castelluccio Superiore (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-casello al km 28+256, nei pressi della stazione di Castelluccio Superiore (A. Stigliani, 2016)

  • Particolare della progressiva chilometrica, ancora leggibile, del casello al km 28+256 (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Castelluccio Superiore, in stato di abbandono (A. Stigliani, 2016)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Castelluccio Superiore (A. Stigliani, 2016)

  • Imbocco di una vecchia galleria ferroviaria tra le stazioni di Castelluccio Superiore e Castelluccio Inferiore (A. Stigliani, 2018)

  • Fabbricato viaggiatori e magazzino merci della ex-stazione di Castelluccio Inferiore, oggi utilizzata dal servizio automobilistico sostitutivo (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Castelluccio Inferiore, lato binari, ben conservata (A. Stigliani, 2016)

  • Fabbricato dei bagni della ex-stazione di Castelluccio Inferiore, anch'esso ben conservato (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-casello in uscita dalla stazione di Castelluccio Inferiore, in direzione Spezzano Albanese (A. Stigliani, 2016)

  • Altra immagine dell'ex-casello all'uscita della stazione di Castelluccio Inferiore, in buono stato di conservazione (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-casello tra Castelluccio Inferiore e la stazione di Rotonda-Viggianello, in stato di abbandono (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-casello, ridotto ad un rudere, tra Castelluccio Inferiore e l'ex-stazione di Rotonda-Viggianello (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-casello nei pressi della stazione di Rotonda-Viggianello, divenuto sede di un'attività commerciale (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Rotonda-Viggianello, divenuta un'abitazione privata (A. Stigliani, 2016)

  • Piazzale binari della ex-stazione di Rotonda-Viggianello, completamente disarmato (A. Stigliani, 2016)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Laino Borgo, utilizzato come abitazione (A. Stigliani, 2016)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Laino Borgo, lato binari (A. Stigliani, 2016)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Laino Borgo (A. Stigliani, 2016)

  • Vecchio sedime in corrispondenza della stazione di Laino Borgo, in direzione Spezzano Albanese (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Laino Castello, in stato di abbandono (G. Destito, 2013)

  • Ex-stazione di Laino Castello, circondata da una rigogliosa vegetazione spontanea (G. Destito, 2013)

  • Ex-stazione di Laino Castello (A. Stigliani, 2018)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Laino Castello (A. Stigliani, 2018)

  • Fabbricato dei bagni della ex-stazione di Laino Castello (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime, con la massicciata ancora evidente, nei pressi dell'ex-stazione di Laino Castello (G. Destito, 2013)

  • Ex-sedime nei pressi della stazione di Laino Castello; sullo sfondo un vecchio casello (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime tra la stazione di Laino Castello e la fermata di Pietragrossa (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-casello in corrispondenza del passaggio a livello con via Madonna degli Scolari tra Laino Castello e Pietragrossa (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime nei pressi del passaggio a livello con via Madonna degli Scolari tra Laino Castello e Pietragrossa (A. Stigliani)

  • Ex-fermata di Pietragrossa, nascosta tra la vegetazione (A. Stigliani, 2018)

  • Fabbricato dei bagni della ex-fermata di Pietragrossa (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime in trincea tra le fermate di Pietragrossa e Papasidero (A. Stigliani, 2018)

  • Cavalcavia pedonale sopra il vecchio sedime tra le fermate di Pietragrossa e Papasidero (A. Stigliani, 2018)

  • Vecchio viadotto ferroviario tra le fermate di Pietragrossa e Papasidero (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-fermata di Papasidero (A. Stigliani, 2018)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-fermata di Papasidero, lato strada (A. Stigliani, 2018)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-fermata di Papasidero, lato binari (A. Stigliani, 2018)

  • Vista laterale del fabbricato viaggiatori della ex-fermata di Papasidero, in stato di abbandono (A. Stigliani, 2018)

  • Particolare dell'ingresso della sala bagagli della ex-fermata di Papasidero (A. Stigliani, 2018)

  • Fabbricato dei bagni della ex-fermata di Papasidero, ridotto a un rudere (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime in corrispondenza della fermata di Papasidero, in direzione Lagonegro (A. Stigliani, 2018)

  • Ponte sul fiume Battendiero, tra la fermata di Papasidero e Mormanno (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-casello nei pressi dell'abitato di Mormanno (A. Stigliani, 2016)

  • Fabbricato viaggiatori e magazzino merci della ex-stazione di Mormanno (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Mormanno, lato binari, utilizzata come abitazione privata (A. Stigliani, 2016)

  • Altra immagine della ex-stazione di Mormanno (A. Stigliani, 2016)

  • Piazzale binari della ex-stazione di Mormanno (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime in uscita dalla stazione di Mormanno, in direzione Spezzano A.; sullo sfondo l'imbocco di una galleria (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime tra Mormanno e la stazione di Campotenese, in corso di trasformazione in percorso ciclopedonale (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime trasformato in percorso ciclopedonale tra Mormanno e Campotenese (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime trasformato in percorso ciclopedonale tra Mormanno e Campotenese. Incredibilmente la pista termina nel nulla all'ingresso della galleria! (A. Stigliani)

  • Imbocco di una galleria tra Mormanno e la stazione di Campotenese (A. Stigliani, 2016)

  • Galleria abbandonata tra Mormanno e Campotenese (A. Stigliani, 2016)

  • Tratto di ex-sedime adiacente alla S.S. 19 tra Mormanno e Campotenese (A. Stigliani, 2016)

  • L'imbocco di un'altra galleria, accanto alla S.S. 19, tra Mormanno e Campotenese (A. Stigliani, 2016)

  • Cavalcavia sulla S.S. 19 e ponte sul fiume Battendiero tra Mormanno e Campotenese (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-casello al km 58+, nelle vicinanze della stazione di Campotenese (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Campotenese, divenuta un'abitazione privata (A. Stigliani, 2018)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Campotenese, lato binari (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-stazione di Campotenese, lato binari (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-magazzino merci della stazione di Campotenese, trasformato in luogo di culto (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime in uscita dalla stazione di Campotenese, in direzione Spezzano (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-casello tra la stazione di Campotenese e la fermata di Pavone, in stato di abbandono (A. Stigliani, 2016)

  • Area dove era ubicata l'ex-fermata di Pavone, priva di fabbricato (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime in rilevato tra la fermata di Pavone e la stazione di Carbonaro (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-casello in stato di abbandonato tra la fermata di Pavone e la stazione di Carbonaro (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime e vecchio casello accanto alla S.P. 241 tra la fermata di Pavone e la stazione di Carbonaro (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime adiacente alla S.P. 241 tra la fermata di Pavone e la stazione di Carbonaro (A. Stigliani, 2016)

  • Altra immagine dell'ex-sedime tra la fermata di Pavone e la stazione di Carbonaro (A. Stigliani, 2016)

  • Imbocco di una vecchia galleria tra la fermata di Pavone e la stazione di Carbonaro (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime tra le stazioni di Carbonaro e Morano Calabro, a tratti riconoscibile tra la vegetazione (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-casello tra le stazioni di Carbonaro e Morano Calabro, in condizioni fatiscenti (A. Stigliani, 2018)

  • Imbocco di una ex-galleria tra le stazioni di Carbonaro e Morano Calabro (A. Stigliani, 2018)

  • Ponticello lungo il vecchio sedime tra le stazioni di Carbonaro e Morano Calabro (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-sedime in rilevato tra le stazioni di Carbonaro e Morano Calabro (A. Stigliani, 2018)

  • Ponte in cemento armato su una strada rurale tra le stazioni di Carbonaro e Morano Calabro (A. Stigliani, 2018)

  • Ex-casello al km 70+384, tra le stazioni di Carbonaro e Morano Calabro (A. Stigliani, 2016)

  • Tratto di ex-sedime divenuto una strada sterrata nei pressi della stazione di Morano Calabro (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-casello nelle immediate vicinanze della stazione di Morano Calabro (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Morano Calabro, in discreto stato di conservazione (A. Stigliani, 2016)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Morano Calabro (A. Stigliani, 2016)

  • Vecchio ufficio del Capo Stazione della stazione di Morano Calabro (A. Stigliani, 2016)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Morano Calabro (A. Stigliani, 2016)

  • Altra immagine del magazzino merci della ex-stazione di Morano Calabro (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime trasformato in percorso ciclopedonale tra Morano Calabro e Castrovillari, qui ripreso nei pressi della fermata Crocifisso (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-fermata di Crocifisso, al km 76+387, adibita ad abitazione privata (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime trasformato in percorso ciclopedonale nei pressi della fermata di Crocifisso (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime trasformato in percorso ciclopedonale nei pressi della fermata Crocifisso (A. Stigliani, 2016)

  • Cavalcavia sulla S.S. 19 tra la fermata Crocifisso e Castrovillari (A. Stigliani, 2016)

  • Fabbricato di servizio della ex-stazione di Castrovillari, il cui fabbricato viaggiatori è stato demolito per far posto all'odierna autostazione (A. Stigliani, 2016)

  • Locomotiva FCL 503 monumentata all'ex-stazione di Castrovillari, in pessimo stato di conservazione (A. Stigliani, 2016)

  • Deposito locomotive della ex-stazione di Castrovillari (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-fermata di Frascineto Pietà, in discreto stato di conservazione (A. Stigliani, 2016)

  • Fabbricato dei bagni della ex-fermata di Frascineto Pietà (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-sedime in corrispondenza della fermata di Frascineto Pietà, trasformato in pista ciclopedonale (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Frascineto Ferrocino, abbandonata e avvolta dalla vegetazione (A. Stigliani, 2016)

  • Abitazione dell'ex-capostazione di Frascineto Ferrocino, ancora abitata (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-fermata di Frascineto Ferrocino-Eianina, utilizzata come abitazione (A. Stigliani, 2016)

  • Ex-stazione di Civita, in stato di degrado (G. Destito, 2013)

  • Particolare dei bagni della ex-stazione di Civita, in discreto stato di conservazione (G. Destito, 2013)

  • Particolare del serbatoio dell'acqua dell'ex-stazione di Civita (G. Destito, 2013)

  • Altra immagine della ex-stazione di Civita (G. Destito, 2013)

  • Edifici ferroviari abbandonati alla ex-stazione di Civita (G. Destito, 2013)

  • Ex-stazione di Civita, in stato di abbandono (G. Destito, 2013)

  • Ex-stazione di Civita, abbandonata e fatiscente (G. Destito, 2013)

  • Ponticello lungo l'ex-sedime nei pressi di Civita (G. Destito, 2013)

  • Ex-casello nei pressi di Civita, utilizzato come abitazione (G. Destito, 2013)

  • Ex-fermata di Madonna della Catena, ridotta ad un rudere (Squadriglia Volpi, gruppo Cassano J. 1, AGESCI)

  • Portale di accesso ad una galleria abbandonata tra Madonna della Catena e Cassano allo Jonio (Squadriglia Volpi, gruppo Cassano J. 1, AGESCI)

  • Galleria utilizzata come deposito tra Madonna della Catena e Cassano allo Jonio (Squadriglia Volpi, gruppo Cassano J. 1, AGESCI)

  • Ex-viadotto ferroviario tra Madonna della Catena e Cassano allo Jonio (Squadriglia Volpi, gruppo Cassano J. 1, AGESCI)

  • Ex-stazione di Cassano allo Jonio, profondamente trasformata, che oggi ospita una pizzeria (Squadriglia Volpi, gruppo Cassano J. 1, AGESCI)

Video