Ferrovia Velletri - Colleferro Segni Paliano

Scheda

Dati principali

Lunghezza: 23,333 km

Apertura: 1862

Chiusura: 1957-1963

Ultimo gestore: Ferrovie dello Stato

Elettrificazione: no

Scartamento: Ordinario

Stazioni e fermate: Velletri, Casale di Velletri, Colle Cagioli, Lariano, Macere, Artena-Valmontone, Colleferro-Segni-Paliano


Altre informazioni

Linea che faceva originariamente parte del primo collegamento Roma - Napoli, fino all'apertura della linea attuale tra Ciampino e Colleferro-Segni-Paliano che l'ha relegata ad un ruolo esclusivamente locale.
Tra il marzo 1944 e il maggio 1945 il servizio fu interrotto per danni di guerra.
Dopo la soppressione del servizio viaggiatori, avvenuta nel 1957, la linea rimase in esercizio nel settore merci fino al 1958 tra Lariano e Colleferro-Segni e fino al 1965 tra Velletri e Lariano.


Stato attuale

La sede ferroviaria è quasi completamente scomparsa in seguito all’asportazione dell’armamento e del segnalamento, salvo qualche centinaio di metri di binario in uscita da Colleferro-Segni (visibile affiancato alla linea per Roma) e in stazione di Velletri, utilizzato come asta di manovra e deposito carri. I fabbricati delle ex-stazioni di Artena Valmontone e Colle Cagioli sono fatiscenti e in stato di abbandono; demoliti quelli di Macere e Casale di Velletri; l’unico in buone condizioni rimane quello di Lariano, abitato da privati.

Mappa

legenda legenda legenda legenda legenda

Immagini

  • Fabbricato viaggiatori della stazione di Velletri, divenuta capolinea dopo la chiusura delle linee per Colleferro-Segni-Paliano e per Priverno-Fossanova (A. Conti, 2016)

  • Targa nella stazione di Velletri a ricordo dell'inaugurazione della linea da parte di Papa Pio IX (A. Conti, 2016)

  • Fabbricato di servizio della stazione di Velletri (P. Carpanzano, 2015)

  • Altra immagine di un fabbricato di servizio della ex-stazione di Velletri, oggi in stato di abbandono (A. Stigliani, 2017)

  • Altra immagine della stazione di Velletri, con i binari che proseguivano in direzione Colleferro, oggi interrotti (P. Carpanzano, 2015)

  • Fabbricato di servizio della stazione di Velletri, in stato di abbandono (F. De Luca, 2008)

  • Serbatoio dell'acqua della stazione di Velletri (P. Carpanzano, 2015)

  • Tratto di ex-sedime non più riconoscibile tra Velletri e Colle Cagioli (F. De Luca, 2008)

  • Tratto di ex-sedime trasformato in strada ordinaria tra Velletri e Colle Cagioli (F. De Luca, 2008)

  • Casello abbandonato nei pressi di Colle Cagioli (F. De Luca, 2008)

  • Ex-sedime riutilizzato per la viabilità stradale tra Colle Cagioli e Lariano (F. De Luca, 2008)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Lariano (A. Stigliani, 2017)

  • Altra immagine del fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Lariano, in discreto stato di conservazione (A. Stigliani, 2017)

  • Prospetto laterale del fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Lariano, con la denominazione ben conservata (A. Stigliani, 2017)

  • Ex-stazione di Lariano, ristrutturata ed adibita ad altri usi (A. Conti, 2016)

  • Ex-stazione di Lariano, recuperata ad altro uso (F. De Luca, 2008)

  • Cavalcavia su via Ontanese, tra Lariano e l'ex-fermata di Macere (A. Conti, 2016)

  • Ex-sedime nei pressi della stazione di Artena-Valmontone (in direzione Velletri), trasformato in strada carrabile (A. Stigliani, 2017)

  • Ex-passaggio a livello con la SP 600 nei pressi della stazione di Artena-Valmontone; il vecchio sedime ha lasciato il posto ad una strada carrabile (A. Stigliani, 2017)

  • Ex-casello a custodia del passaggio a livello con la SP 600 nei pressi della stazione di Artena-Valmontone (A. Stigliani, 2017)

  • Ex-sedime in corrispondenza della stazione di Artena-Valmontone, convertito in una strada asfaltata (A. Stigliani, 2017)

  • Area in cui sorgeva la stazione di Artena-Valmontone, oggi non più esistente (A. Stigliani, 2017)

  • Ex-casello nei pressi del Colle Maiorana, tra le stazioni di Artena-Valmontone e Colleferro-Segni-Paliano (A. Conti, 2016)

  • Altra immagine del vecchio casello, ridotto ad un rudere (A. Conti, 2016)