Ferrovia Pinzano - Casarsa

Scheda

Dati principali

Lunghezza: 28,553 km

Apertura: 1893-1912

Chiusura: 1967

Ultimo gestore: Ferrovie dello Stato

Elettrificazione: no

Scartamento: Ordinario

Stazioni e fermate: Pinzano, Valeriano, Spilimbergo, Provesano, S. Giorgio della Richinvelda, S. Martino al Tagliamento, Valvasone, Casarsa Nord (scalo merci), Casarsa


Stato attuale

La linea è ancora quasi interamente armata e facilmente rintracciabile, anche se invasa da una rigogliosa vegetazione spontanea. I fabbricati delle ex-fermate e stazioni sono spesso abbandonati e fatiscenti; la stazione di Spilimbergo ospita esercizi commerciali mentre l’ex-stazione di Casarsa Nord è stata demolita. La Regione Fiuli Venezia-Giulia sta portando avanti un progetto di recupero dell'ex-sedime come pista ciclabile

Mappa

legenda legenda legenda legenda legenda

Immagini

  • Binario abbandonato in mezzo alla campagna (F. Tarlao, 2014)

  • Ex-casello nei pressi della stazione di Valeriano, in stato di abbandono. Ancora visibile il binario in mezzo alla vegetazione (G. Altavilla, 2009)

  • Facciata della stazione di Valeriano, in condizioni fatiscenti (G. Altavilla, 2009)

  • Ex-stazione di Valeriano: la rigogliosa vegetazione spontanea ha ricoperto quasi interamente il fabbricato viaggiatori e il binario (G. Altavilla, 2009)

  • Zona di carico e scarico merci della ex-stazione di Valeriano, invasa dalla vegetazione spontanea (G. Altavilla, 2009)

  • Ex-casello nei pressi di Spilimbergo, in stato di abbandono (A. Bruzzone, 2014)

  • Ex-stazione di Spilimbergo, divenuta sede di attività commerciali (G. Altavilla, 2009)

  • Pompa dell'acqua della ex-stazione di Spilimbergo, circondata dalla vegetazione spontanea (Maurizio, 2010)

  • Piazzale della ex-stazione di Spilimbergo, usato per la sosta degli autobus (G. Altavilla, 2009)

  • Immagine notturna della ex-stazione di Spilimbergo, ancora utilizzata da attività commerciali (A. Bruzzone, 2014)

  • Ex-casello in stato di abbandono tra Spilimbergo e Provesano (Maurizio, 2010)

  • Binario coperto dalla vegetazione spontanea nei pressi di Provesano (Maurizio, 2010)

  • Piccolo ponte in ferro nei pressi di Provesano, con il binario coperto dalla vegetazione (Maurizio, 2010)

  • Sedime ancora armato ma invaso dalla vegetazione spontanea nei pressi di S. Giorgio della Richinvelda (Maurizio, 2010)

  • Binario occupato abusivamente nei pressi della ex-stazione di S. Giorgio della Richinvelda (Maurizio, 2010)

  • Ex-stazione di San Giorgio della Richinvelda, in stato di abbandono (G. Altavilla, 2009)

  • Ex-stazione di San Giorgio della Richinvelda: il binario è ancora ben evidente, ma la presenza di vegetazione arborea tra le rotaie testimonia il lungo periodo di abbandono (G. Altavilla, 2009)

  • Magazzino merci della ex-stazione di San Giorgio della Richinvelda, circondato dalla vegetazione (G. Altavilla, 2009)

  • Binario che riaffiora dalla vegetazione accanto alla S.P. 30 nei pressi di S. Martino al Tagliamento (Maurizio, 2010)

  • Ex-fermata di S. Martino al Tagliamento, abitata da privati (Maurizio, 2010)

  • Binario in corrispondenza della ex-fermata di S. Martino al Tagliamento (G. Walker Cordell, 2016)

  • Ex-stazione di Valvasone (G. Walker Cordell, 2016)

  • Ex-casello nei pressi dell'ex-stazione di Valvasone (G. Walker Cordell, 2016)

  • Binario invaso dalla vegetazione spontanea nei pressi di Valvasone (Maurizio, 2010)

  • Binario in buono stato nell'abitato di Valvasone (G. Walker Cordell, 2016)

  • Binario ben conservato nei pressi di Valvasone (Maurizio, 2010)

  • Sedime ancora armato con resti di segnalamento nei pressi di Valvasone (Maurizio, 2010)

  • Sedime ancora armato e in buono stato di conservazione tra Valvasone e Casarsa (Maurizio, 2010)

  • Binario che riaffiora chiaramente dopo un passaggio a livello tra Valvasone e Casarsa (Maurizio, 2010)

  • Sedime invaso da vegetazione anche arbustiva alla periferia di Casarsa (Maurizio, 2010)

  • Binario alla periferia di Casarsa, pochi metri prima dell'affiancamento alla linea Treviso-Udine (Maurizio, 2010)