Ferrovia Mortara - Casale Monferrato - Asti

Scheda

Dati principali

Lunghezza: 73,449 km

Apertura: 1870

Chiusura: 2010

Ultimo gestore: Ferrovie dello Stato

Elettrificazione: no

Scartamento: Ordinario

Stazioni e fermate: Mortara, Castel d'Agogna, Zeme, Cozzo, Candia Lomellina, Terrasa, Terranova Monferrato, Casale Monferrato, S. Giorgio Casale, Ozzano Monferrato, Serralunga-Cereseto, Ponzano Monferrato, Moncalvo, Guazzolo, Penango, Tonco Alfiano, Castell'Alfero, Portacomaro, Casa dei Coppi, Asti


Altre informazioni

Linea sospesa e sostituita con autobus a causa di un cedimento strutturale interessante la galleria di Ozzano.
La sospensione ufficiale è avvenuta il 17/06/2012, ma in realtà già dal 01/06/2010 non transitavano più treni sulla linea.


Stato attuale

Linea armata ed efficiente, ma in rapido degrado.

Mappa

legenda legenda legenda legenda legenda

Immagini

  • Binario in buono stato di conservazione nei pressi dell'ex-stazione di Castel d'Agogna (R. Rovelli, 2014)

  • Binario nei pressi dell'ex-stazione di Castel d'Agogna (R. Rovelli, 2014)

  • Fabbricato viaggiatori dell'ex-stazione di Castel d'Agogna, abbandonato e fatiscente (R. Rovelli, 2014)

  • Altra immagine del fabbricato viaggiatori di Castel d'Agogna, con gli accessi murati (R. Rovelli, 2014)

  • Ex-fermata di Zeme, abbandonata e fatiscente (A. Giani, 2013)

  • Ex-fermata di Zeme (R. Rovelli, 2015)

  • Fabbricato viaggiatori dell'ex-fermata di Cozzo, in evidente stato di degrado (R. Rovelli, 2015)

  • Fabbricato viaggiatori della stazione di Candia Lomellina, in buono stato di conservazione (R. Rovelli, 2015)

  • Fabbricato viaggiatori della stazione di Candia Lomellina, in stato di abbandono (A. Giani, 2013)

  • Degrado alla stazione di Candia Lomellina, con la vegetazione spontanea in rapido sviluppo (A. Giani, 2013)

  • Stazione di Candia Lomellina, con la vegetazione spontanea in rapido sviluppo (R. Rovelli, 2015)

  • Passaggio a livello nei pressi della stazione di Candia Lomellina, privato delle sbarre (R. Rovelli, 2015)

  • Scambio in uscita dalla stazione di Candia Lomellina, in direzione Asti (R. Rovelli, 2015)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di S. Giorgio Casale, ancora abitato (R. Russo, 2016)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di S. Giorgio Casale, lato binari (R. Russo, 2016)

  • Stazione di S. Giorgio Casale: binario in direzione di Mortara (M. Giani, 2014)

  • Stazione di S. Giorgio Casale, in stato di degrado (M. Giani, 2014)

  • Stazione di S. Giorgio Casale: binario in direzione di Asti (M. Giani, 2014)

  • Ex-passaggio a livello, già privato delle barriere, su una strada rurale tra S. Giorgio Casale e Ozzano Monferrato (M. Giani, 2014)

  • Binario abbandonato tra S. Giorgio Casale e Ozzano Monferrato (M. Giani, 2014)

  • Binario invaso dalla vegetazione spontanea all'imbocco della galleria di Ozzano (lato Mortara), il cui cedimento strutturale a causato la chiusura della linea (M. Giani, 2014)

  • Stazione di Ozzano Monferrato, abitata e in discreto stato di conservazione (M. Giani, 2014)

  • Fabbricato viaggiatori della stazione di Serralunga-Cereseto (R. Russo, 2016)

  • Stazione di Serralunga-Cereseto, lato binari (R. Russo, 2016)

  • Binario abbandonato alla stazione di Serralunga-Cereseto (R. Russo, 2016)

  • Vecchio piano caricatore della stazione di Serralunga-Cereseto, da tempo inutilizzato (R. Russo, 2016)

  • Fabbricato viaggiatori della stazione di Moncalvo, che ospita un ambulatorio veterinario (R. Rovelli, 2014)

  • Fabbricato viaggiatori della stazione di Moncalvo (T. Antoniotto, 2017)

  • Fabbricato viaggiatori della stazione di Moncalvo, lato binari (R. Rovelli, 2014)

  • Stazione di Moncalvo, con le luci ancora accese sotto la pensilina (R. Rovelli, 2014)

  • Fabbricato viaggiatori della stazione di Moncalvo, lato binari (T. Antoniotto, 2017)

  • Vecchio cartello indicatore con il nome della stazione di Moncalvo (R. Russo, 2016)

  • Binari della stazione di Moncalvo invasi dalla vegetazione spontanea (R. Russo, 2016)

  • L'ampio piazzale della stazione di Moncalvo, dove sono rimasti solo due binari (R. Rovelli, 2014)

  • Binari abbandonati della stazione di Moncalvo (T. Antoniotto, 2017)

  • Scambio di ingresso alla stazione di Moncalvo, lato Asti (R. Rovelli, 2014)

  • Binario in discreto stato di conservazione nei pressi dell'ex-stazione di Moncalvo (R. Rovelli, 2014)

  • Imbocco, lato Mortara, della galleria del Chioso, tra Moncalvo e l'ex-fermata di Guazzolo (R. Rovelli, 2014)

  • Uscita della galleria del Chioso, lato Mortara (R. Rovelli, 2014)

  • Interno della galleria del Chioso, tra Moncalvo e l'ex-fermata Guazzolo (R. Rovelli, 2014)

  • Imbocco, lato Asti, della galleria del Chioso (R. Rovelli, 2014)

  • Ex-casello, in condizioni fatiscenti, nei pressi della galleria del Chioso, tra Moncalvo e Guazzolo (R. Rovelli, 2014)

  • Sede ferroviaria invasa dalla vegetazione spontanea tra Moncalvo e l'ex-fermata Guazzolo, nei pressi della galleria del Chioso (R. Rovelli, 2014)

  • Sede ferroviaria in discreto stato di conservazione tra Moncalvo e l'ex-fermata di Guazzolo (R. Rovelli, 2014)

  • Sede ferroviaria ancora armata in corrispondenza dell'ex-fermata di Guazzolo (R. Rovelli, 2014)

  • Ex-fermata di Guazzolo, recintata e inagibile (R. Russo, 2016)

  • Ex-fermata di Guazzolo, al km 39+996 (R. Rovelli, 2014)

  • Altra immagine dell'ex-fermata di Guazzolo, in stato di abbandono (R. Rovelli, 2014)

  • Passaggio a livello sulla S.P. 13 in corrispondenza della fermata di Guazzolo (R. Russo, 2016)

  • Ponte in ferro su un piccolo rio nei pressi dell'ex-fermata di Guazzolo (R. Rovelli, 2014)

  • Sede ferroviaria, con armamento e segnali, tra l'ex-fermata Guazzolo e l'ex-stazione di Penango (R. Rovelli, 2014)

  • Ex-passaggio a livello con una strada rurale tra l'ex-fermata Guazzolo e Penango, privato delle sbarre (R. Rovelli, 2014)

  • Sedime ancora armato ma in carente stato di manutenzione tra l'ex-fermata Guazzolo e l'ex-stazione di Penango (R. Rovelli, 2014)

  • Binario parzialmente nascosto dalla vegetazione spontanea nei pressi dell'ex-stazione di Penango (R. Rovelli, 2014)

  • Ex-stazione di Penango, con il binario sempre più invaso dalla vegetazione spontanea (R. Rovelli, 2014)

  • Fabbricato viaggiatori dell'ex-stazione di Penango, inutilizzato ma in discreto stato di conservazione (R. Rovelli, 2014)

  • Ex-passaggio a livello, già privato delle barriere, nei pressi della stazione di Castell'Alfero (F. Gianella, 2014)

  • Binario invaso dalla vegetazione infestante nei pressi dell'ex-stazione di Castell'Alfero (F. Gianella, 2014)

  • Fabbricato viaggiatori della stazione di Castell'Alfero, in carente stato di manutenzione (F. Gianella, 2014)

Video