Ferrovia Treviso Porta Santi Quaranta - Camposampiero - Piazzola Campo S. Martino - Grisignano di Zocco - Legnago - Ostiglia (vecchia)

Scheda

Dati principali

Lunghezza: 114,39 km

Apertura: 1925-1941

Chiusura: 1944-1967

Ultimo gestore: Ferrovie dello Stato

Elettrificazione: no

Scartamento: Ordinario

Stazioni e fermate: Ostiglia, Casaleone, Aselogna, Legnago, Minerbe, Cologna Veneta, S. Sebastiano-Asigliano, Orgiano, Sossano, Barbarano-Villaga, Nanto, Villaganzerla, Colzè, Grisignano di Zocco, Campodoro, Piazzola-Campo S. Martino, Arsego, Camposampiero, Loreggia, Ronchi di Piombino, Trebaseleghe, Badoere-Levada, Quinto di Treviso, Treviso Porta Santi Quaranta


Altre informazioni

Linea attivata in diverse fasi tra il 1925 e il 1941, principalmente per esigenze militari e di trasporto merci.
Nel 1944 a causa dei danni di guerra la linea venne interrotta e il tratto Quinto di Treviso - Grisignano di Zocco non fu più riattivato (in quanto era crollato il ponte sul fiume Brenta). Vennero invece riaperti tra il 1945 e il 1946 il tratto Grisignano di Zocco - Ostiglia, su cui venne istituito un servizio locale e il breve tronco Treviso Porta Santi Quaranta - Quinto di Treviso, che fu abbandonato definitivamente già nel 1947.
Dopo la soppressione della linea, il tratto Villaganzerla - Legnago rimase in esercizio per il traffico merci in regime di manovra, limitato successivamente al solo tratto Cologna Veneta - Legnago.


Stato attuale

Da Quinto di Treviso a Campodoro la sede ferroviaria è stata quasi interamente convertita in un percorso ciclopedonale. Molte ex-stazioni sono in discrete condizioni ed i relativi fabbricati viaggiatori spesso abitati. Alcuni edifici, come il deposito di Piazzola sul Brenta e la stazione di Trebaseleghe, sono in fase di restauro.
Da Grisignano di Zocco a Cologna Veneta, anche se le rotaie sono state asportate, il tracciato rimane ben evidente. Solo nel tratto tra Barbarano Villana e Sossano la sede è scomparsa in favore di un canale di bonifica. Da Cologna Veneta a Legnago il binario è sempre presente e in buono stato. I fabbricati di servizio di questo tratto sono tutti in ottime condizioni.
Da Legnago ad Ostiglia la massicciata è spesso evidente, anche se invasa dalla vegetazione spontanea, con i fabbricati di servizio in buone condizioni.

Mappa

legenda legenda legenda legenda legenda

Immagini

  • Inizio del tratto di ex-sedime recuperato come percorso ciclo-pedonale a Quinto di Treviso, in località Boiago (F. Calderan, 2014)

  • Ex-passaggio a livello, ora attraversamento ciclo-pedonale, nei pressi di Quinto di Treviso (F. Calderan, 2014)

  • Pannello informativo del percorso ciclo-pedonale Treviso-Ostiglia (F. Calderan, 2014)

  • Ex-casello ristrutturato e abitato a Quinto di Treviso, accanto alla nuova pista ciclo-pedonale (F. Calderan, 2014)

  • Ex-sedime convertito in pista ciclo-pedonale a Quinto di Treviso (F. Calderan, 2014)

  • Ex-stazione di Quinto di Treviso, abbandonata e fatiscente (F. Calderan, 2014)

  • Altra immagine della ex-stazione di Quinto di Treviso (F. Calderan, 2014)

  • Ex-sedime nei pressi della stazione di Quinto di Treviso (F. Calderan, 2014)

  • Conclusione del tratto di ex-sedime recuperato a settembre 2013 nei pressi di Quinto di Treviso (F. Calderan, 2014)

  • Tratto di ex-sedime inerbito a Quinto di Treviso (F. Gallina, 2008)

  • Pannello informativo all'inizio della greenway, a Quinto di Treviso (F. Gallina, 2008)

  • Ex-sedime recuperato come percorso ciclo-pedonale tra Quinto di Treviso e l'ex-stazione di Badoere-Levada (A. Cipria, 2015)

  • Ex-sedime recuperato come percorso ciclo-pedonale in corrispondenza dell'attraverso con via Tognana a Santa Cristina, tra Quinto di Treviso e Badoere-Levada (A. Cipria, 2015)

  • Passerella ciclo-pedonale sul fiume Sile tra Quinto di Treviso e Badoere-Levada, realizzata in sostituzione del vecchio ponte ferroviario distrutto nel '44 (A. Cipria, 2015)

  • Altra immagine della passerella ciclo-pedonale sul fiume Sile, tra Quinto di Treviso e Badoere-Levada (A. Cipria, 2015)

  • Passerella ciclo-pedonale sul fiume Sile, che ha sostituito l'originario ponte distrutto durante la seconda guerra mondiale (A. Cipria, 2015)

  • Ex-sedime recuperato come percorso ciclo-pedonale nei pressi del ponte sul fiume Sile, tra Quinto di Treviso e Badoere-Levada (A. Cipria, 2015)

  • Percorso ciclo-pedonale realizzato sull'ex-sedime tra Quinto di Treviso e l'ex-stazione di Badoere-Levada (A. Cipria, 2015)

  • Greenway realizzata sull'ex-sedime tra Quinto di Treviso e Morgano (F. Gallina, 2008)

  • Ex-casa cantoniera tra Quinto di Treviso e Morgano (TV), lungo il tratto di ex-ferrovia convertito in greenway (F. Gallina, 2008)

  • Ponte in ferro sul fiume Zero, nel comune di Morgano (TV) (F. Gallina, 2008)

  • Altra immagine del ponte in ferro sul fiume Zero, nei pressi di Badoere (F. Di Bella, 2006)

  • Ex-sedime nei pressi di Badoere, trasformato in un percorso ciclo-pedonale (A. Cipria, 2014)

  • Ex-sedime nei pressi di Badoere, oggi divenuto un percorso ciclo-pedonale (A. Cipria, 2014)

  • Ex-sedime al confine tra le province di Treviso e Padova: il fondo diventa asfaltato (A. Cipria, 2014)

  • Ex-stazione di Badoere-Levada, in stato di abbandono e con gli ingressi murati (A. Cipria, 2014)

  • Pista ciclo-pedonale realizzata sull'ex-sedime in corrispondenza della stazione di Badoere-Levada (A. Cipria, 2014)

  • Pista ciclo-pedonale realizzata sull'ex-sedime nei pressi dell'ex-stazione di Badoere-Levada (A. Cipria, 2014)

  • Ex-sedime trasformato in pista ciclo-pedonale tra Badoere e Levada (A. Cipria, 2014)

  • Ex-casello nelle vicinanze della stazione di Badoere-Levada, divenuto proprietà privata (F. Di Bella, 2006)

  • Ex-sedime trasformato in pista ciclo-pedonale tra l'ex-fermata di Trebaseleghe e l'ex-stazione di Ronchi di Piombino (A. Cipria, 2014)

  • Passerella ciclo-pedonale su via Spellateria a Piombino Dese, realizzata ex-novo in sostituzione del vecchio ponte ferroviario (A. Cipria, 2014)

  • Altra immagine della passerella ciclo-pedonale costruita su via Spellateria a Piombino Dese (A. Cipria, 2014)

  • Ex-casello nei pressi della fermata di Loreggia, divenuto un'abitazione privata (F. Di Bella, 2006)

  • Ex-fermata di Loreggia (PD) (F. Gallina, 2008)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-fermata di Loreggia (F. Di Bella, 2006)

  • Greenway realizzata sull'ex-sedime a Camposampiero (F. Gallina, 2008)

  • Resti delle spalle del ponte sul canale Musone dei Sassi, nei pressi di Camposampiero, recentemente ricostruito ad uso ciclopedonale (F. Di Bella, 2006)

  • Ex-ponte ferroviario sul fiume Musone Vecchio, a Camposampiero (PD) (F. Gallina, 2008)

  • Breve tratto superstite a Camposampiero (PD), in direzione Grisignano di Zocco, declassato a tronco morto (F. Gallina, 2008)

  • Greenway realizzata sull'ex-sedime a Santa Giustina in Colle (PD) (F. Gallina, 2007)

  • Ex-casello in località Pieve di Curtarolo, tra Arsego e Piazzola sul Brenta, ben conservato ed abitato (E. Martino, 2012)

  • Un'altra immagine dell'ex-casello in località Pieve di Curtarolo; l'adiacente ponte ferroviario è stato rimosso (E. Martino, 2012)

  • Resti del ponte sul fiume Brenta, distrutto durante la seconda guerra mondiale (E. Martino, 2012)

  • Nuovo ponte sul fiume Brenta, ad uso ciclopedonale, in costruzione (F. Della Mea, 2017)

  • Ex-viadotto nei pressi di Piazzola sul Brenta, dove la ferrovia correva in rilevato per permettere l'attraversamento delle aree golenali del fiume Brenta (E. Martino, 2012)

  • Particolare delle arcate del viadotto nei pressi di Piazzola sul Brenta (E. Martino, 2012)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Piazzola sul Brenta, in condizioni fatiscenti. Il fabbricato viaggiatori è andato distrutto. (E. Martino, 2012)

  • Ex-stazione di Campodoro, recentemente ristruttura (A. Creuso Crausso, 2015)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Campodoro (A. Creuso Crausso, 2017)

  • Fabbricato dei cessi della ex-stazione di Campodoro, anch'esso ristrutturato e riutilizzato (A. Creuso Crausso, 2017)

  • Ex-sedime trasformato in pista ciclopedonale nel comune di Campodoro (A. Creuso Crausso, 2015)

  • Ponte sul fiume Ceresone, in località Pojana di Granfion, tra Campodoro e Grisignano di Zocco (E. Martino, 2012)

  • Ponte in ferro sul fiume Ceresone, riutilizzato per la creazione della pista ciclo-pedonale (A. Creuso Crausso, 2017)

  • Ponte in ferro sul fiume Ceresone, riutilizzato per la creazione della pista ciclo-pedonale (A. Creuso Crausso, 2017)

  • Ponte in ferro sullo scolo Riazzo, nei pressi di Grisignano di Zocco (F. Di Bella, 2006)

  • Binari in uscita dalla stazione di Grisignano di Zocco: a sinistra il binario diretto ad Ostiglia (F. Di Bella, 2006)

  • Tratto di sedime ancora armato nei pressi della stazione di Grisignano di Zocco (F. Di Bella, 2006)

  • Ex-casello nei pressi di Colzè, in cattivo stato di conservazione (F. Di Bella, 2006)

  • Ex-fermata di Colzè, divenuta un'abitazione privata (F. Di Bella, 2006)

  • Arcate del ponte sul fiume Bacchiglione, nei pressi di Colzè (F. Di Bella, 2006)

  • Ex-casello nei pressi di Colzè, abbandonato e fatiscente (F. Di Bella, 2006)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Villaganzerla (F. Di Bella, 2006)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Villaganzerla, parzialmente crollato (F. Di Bella, 2006)

  • Ex-fermata di Nanto, divenuta un'abitazione privata (F. Di Bella, 2006)

  • Spalle del ponte sulla S.P. 247, tra Nanto e Barbarano-Villaga (F. Di Bella, 2005)

  • Resti delle spalle del ponte sul canale Bisatto, tra Nanto e Barbarano-Villaga (F. Di Bella, 2005)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Barbarano-Villaga (F. Di Bella, 2005)

  • Dettaglio dei vecchi impianti della stazione di Barbarano-Villaga (F. Di Bella, 2005)

  • Ex-casello nei pressi di Barbarano, in stato di abbandono (F. Di Bella, 2006)

  • Fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Sossano, in discreto stato di conservazione (F. Di Bella, 2005)

  • Particolare del ponte in ferro sul torrente Guà (G. Ferrari, 2009)

  • Ponte in ferro sulla S.S. 7 e sul fiume Guà nei pressi di Cologna Veneta (L. Linthout, 2013)

  • Ponte reticolare in ferro sul fiume Guà nei pressi di Cologna Veneta (L. Linthout, 2013)

  • Ponte in ferro sul torrenta Guà (G. Ferrari, 2009)

  • Ponte della ex-ferrovia sulla SP 7, nei pressi di Cologna Veneta (G. Ferrari, 2009)

  • Sedime invaso dalla vegetazione nei pressi dell'ex-stazione di Cologna Veneta (G. Ferrari, 2009)

  • Facciata, lato strada, del fabbricato viaggiatori dell'ex-stazione di Cologna Veneta, in stato di abbandono (L. Linthout, 2013)

  • Fabbricato viaggiatori dell'ex-stazione di Cologna Veneta (L. Linthout, 2013)

  • Particolare del fabbricato viaggiatori della ex-stazione di Cologna Veneta (L. Linthout, 2013)

  • Locale interno della ex-stazione di Cologna Veneta, in stato di abbandono (L. Linthout, 2013)

  • Ex-stazione di Cologna Veneta (L. Linthout, 2013)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Cologna Veneta, con gli accessi murati (L. Linthout, 2013)

  • Degrado e abbandono tra i fabbricati dell'ex-stazione di Cologna Veneta (L. Linthout, 2013)

  • Ex-stazione di Cologna Veneta (G. Ferrari, 2009)

  • Facciata interna della ex-stazione di Cologna Veneta, in stato di abbandono (G. Ferrari, 2009)

  • Facciata esterna della ex-stazione di Cologna Veneta, in stato di abbandono (G. Ferrari, 2009)

  • Ex-stazione di Minerbe, in stato di abbandono (L. Linthout, 2013)

  • Ex-stazione di Aselogna, in stato di abbandono (L. Linthout, 2013)

  • Ex-casello nei pressi di Casaleone, in stato di abbandono (L. Linthout, 2013)

  • Ex-sedime nei pressi di Casaleone, divenuto un sentiero sterrato (L. Linthout, 2013)

  • Ex-stazione di Casaleone, in stato di abbandono (L. Linthout, 2013)

  • Particolare della ex-stazione di Casaleone, con il nome ancora leggibile (L. Linthout, 2013)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Casaleone, in stato di abbandono (L. Linthout, 2013)

  • Ex-stazione di Ostiglia prima dell'abbandono e della costruzione della nuova stazione (G. Ferrari, 2005)