Ferrovia Spoleto F.S. - Norcia

Scheda

Dati principali

Lunghezza: 50,988 km

Apertura: 1926

Chiusura: 1968

Ultimo gestore: Società Spoletina di Imprese Trasporti

Elettrificazione: 2400 V CC

Scartamento: 950 mm

Stazioni e fermate: Spoleto F.S., Spoleto Città, Matrignano, Caprareccia, Vallocchia, Tassinare, Grotti, S. Martino, S. Anatolia-Scheggino, Castel S. Felice, Piedipaterno-Vallo di Nera, Borgo Cerreto-Sellano, Triponzo-Visso, Nortosce, Biselli, Cascia-Serravalle, Villa di Serravalle, Norcia


Altre informazioni

Interrotta per danni di guerra dal 09/06/1944 al 04/10/1945.


Stato attuale

Da Spoleto a Borgo Cerreto-Sellano (circa 20 km), la sede ferroviaria è stata recentemente ripulita dalla vegetazione infestante e convertita in percorso ciclo-pedonale, con la messa in sicurezza delle numerose opere d'arte (gallerie e viadotti) presenti. Riqualificati anche i fabbricati viaggiatori delle ex-stazioni di Spoleto, Caprareccia, Sant'Anatolia di Narco-Scheggino, Piedipaterno-Vallo di Nera e Borgo Cerreto-Sellano, che costituiranno punti di accoglienza e informazione per i turisti. Da Borgo Cerreto a Norcia, invece, il sedime è abbandonato, invaso dalla vegetazione spontanea e non sempre evidente, in molti tratti cancellato dai lavori apportati alla viabilità ordinaria, dagli smottamenti del terreno o incluso nei campi coltivati. Distrutte anche quasi tutte le opere d'arte di questo tratto. I fabbricati di servizio sono abbandonati e a volte fatiscenti (Triponzo-Visso); solo l'ex-stazione di Cascia-Serravalle è stata recuperata.

Mappa

legenda legenda legenda legenda legenda

Immagini

  • Ex-stazione di Spoleto nei primi anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Ex-stazione di Spoleto Città, che oggi ospita un museo sulla ex-ferrovia (M. Formaioni, 2016)

  • Ex-stazione di Spoleto, recuperata e trasformata in centro espositivo (R. Rovelli, 2010)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Spoleto, in buone condizioni. Il piazzale oggi è divenuto un parcheggio (R. Rovelli, 2010)

  • Ex-sedime già privo del binario tra Spoleto e Matrignano nei primi anni '70. (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Galleria scavata nella roccia nei pressi del viadotto di Cortaccione (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • L'imponente viadotto di Cortaccione, alto ben 60 m, in buono stato di conservazione (R. Rovelli, 2010)

  • Viadotto di Cortaccione, ben conservato e con i parapetti rifatti dopo gli interventi di messa in sicurezza del tracciato (A. Bruzzone, 2013)

  • Viadotto di Cortaccione agli inizi degli anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Imbocco di una galleria nei pressi del viadotto di Cortaccione, in direzione Norcia (A. Bruzzone, 2013)

  • Interno di una galleria nei pressi del viadotto di Cortaccione (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Ex-fermata di Matrignano nei primi anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Elicoidale sotto il viadotto di Caprareccia (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Viadotto di Caprareccia tra le ex-stazioni di Matrignano e Caprareccia, ben conservato (R. Rovelli, 2010)

  • Ex-viadotto di Caprareccia tra le ex-stazioni di Matrignano e Caprareccia (A. Marcarini, 2008)

  • Viadotto di Caprareccia nei primi anni '70, già privo di armamento (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Un'altra veduta del viadotto di Caprareccia dall'ex-sedime: sono ben evidenti i parapetti recentemente rifatti per mettere in sicurezza il viadotto (R. Rovelli, 2010)

  • Ex-stazione di Caprareccia, abbandonata ma in discreto stato di conservazione (R. Rovelli, 2010)

  • Ex-stazione di Caprareccia nei primi anni '70: ancora ben visibili il marciapiede e il piano caricatore (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Ex-sedime nei pressi di Caprareccia, divenuto un percorso sterrato (R. Rovelli, 2010)

  • Accesso ovest della galleria di Caprareccia, poco dopo la chiusura della linea (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Interno della galleria di Caprareccia, priva di illuminazione (A. Bruzzone, 2013)

  • Accesso est della ex-galleria di Caprareccia, lunga 1.950 m (A. Marcarini, 2008)

  • Uscita, lato Norcia, della lunga galleria di Caprareccia (A. Bruzzone, 2013)

  • Uscita, lato Norcia, della galleria di Caprareccia, seguita da una profonda trincea (A. Bruzzone, 2013)

  • Trincea all'uscita est della galleria di Caprareccia (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Cippo chilometrico al km 11 (A. Marcarini, 2008)

  • Ex-sedime già privo del binario ma in ottimo stato tra Caprareccia e Sant'Anatolia nei primi anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Massicciata ferroviaria ben evidente tra Caprareccia e Sant'Anatolia (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Due dei tanti viadotti che caratterizzano la discesa dalla galleria di Caprareccia a Sant'Anatolia di Narco (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Ex-casello ben conservato tra Caprareccia e Sant'Anatolia nei primi anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Sbocco di una galleria nel tratto in discesa tra Caprareccia e Sant'Anatolia di Narco (A. Bruzzone, 2013)

  • Ex-viadotto di Tassinare tra le ex-stazioni di Caprareccia e S. Anatolia di Narco (A. Marcarini, 2008)

  • Altra immagine del viadotto di Tassinare, con i parapetti rifatti in seguito ai lavori di messa in sicurezza del tracciato (A. Bruzzone, 2013)

  • Galleria nei pressi del viadotto di Tassinare (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Ex-sedime usato come strada rurale all'uscita della galleria elicoidale di Tassinare (A. Marcarini, 2008)

  • Viadotto e galleria elicoidale di Tassinare all'inizio degli anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Un altro viadotto tra Caprareccia e Sant'Anatolia, con i parapetti già crollati nei primi anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Altra immagini della tortuosità del tracciato, con innumerevoli viadotti e gallerie, tra la galleria di Caprareccia e Sant'Anatolia di Narco (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Ex-sedime divenuto una strada rurale nei pressi di Sant'Anatolia di Narco (sullo sfondo), nei primi anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Ex-stazione di S. Anatolia di Narco, in buono stato di conservazione (E. Mascioletti, 2012)

  • Ex-stazione di Sant'Anatolia-Scheggino pochi anni dopo la chiusura della linea (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Particolare della facciata della ex-stazione di Sant'Anatolia di Narco, con l'insegna ben conservata (A. Bruzzone, 2013)

  • Ex-fermata di Castel S. Felice, divenuta abitazione privata (E. Mascioletti, 2012)

  • Ex-fermata di Castel S. Felice (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • S.S. 685, con sulla destra ciò che resta dell'ex-sedime, nei pressi di Vallo di Nera (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Ex-sedime, divenuto un percorso sterrato, nei pressi di Vallo di Nera (A. Bruzzone, 2013)

  • Ponte sul fiume Nera nei pressi di Piedipaterno (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Ex-stazione di Piedipaterno, in stato di abbandono, con la sede ferroviaria divenuta una strada sterrata (E. Mascioletti, 2012)

  • Ex-galleria tra Piedipaterno e Borgo Cerreto nei primi anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Interno della galleria Passo Stretto, tra Piedipaterno e Borgo Cerreto (A. Bruzzone, 2013)

  • Ex-sedime tra Piedipaterno e Borgo Cerreto, divenuto un percorso sterrato (A. Bruzzone, 2013)

  • Ex-galleria nei pressi dell'ex-stazione di Borgo Cerreto (A. Marcarini, 2008)

  • Galleria nei pressi della ex-stazione di Triponzo (A. Marcarini, 2008)

  • Ex-sedime tra le gallerie Lastre I e II, in buono stato di conservazione (A. Bruzzone, 2013)

  • Galleria tra Borgo Cerreto e Triponzo (A. Bruzzone, 2013)

  • Ex-stazione di Triponzo, in stato di abbandono (A. Marcarini, 2008)

  • Galleria Balza Tagliata I, scavata nella roccia a strapiombo tra Triponzo e Nortosce (A. Bruzzone, 2013)

  • Ex-sedime in corrispondenza della spettacolare "Balza Tagliata", nei pressi di Triponzo (A. Bruzzone, 2013)

  • Sequenza di ponti e gallerie tra Triponzo e Nortosce (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Particolare dell'ingresso di una ex-galleria tra Triponzo e Nortosce (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Ex-sedime fortemente inerbito già nei primi anni '70 nei pressi di Nortosce (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Ex-fermata di Biselli nei primi anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Galleria ferroviaria e stradale sovrapposte alla stretta di Biselli agli inizi degli anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Ex-sedime in corrispondenza dell'attraversamento con la SS 320, nei pressi dell'ex-stazione di Cascia-Serravalle (A. Stigliani, 2014)

  • Ex-stazione di Cascia-Serravalle, recentemente ristrutturata (A. Stigliani, 2014)

  • Ex-stazione di Cascia-Serravalle, in buono stato di conservazione (A. Stigliani, 2014)

  • Ex-sedime in corrispondenza della stazione di Cascia-Serravalle, utilizzato come percorso ciclo-pedonale (A. Stigliani, 2014)

  • Altra immagine della sede ferroviaria in corrispondenza dell'ex-stazione di Cascia-Serravalle (A. Stigliani, 2014)

  • Ex-stazione di Cascia-Serravalle nei primi anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Galleria ferroviaria nei pressi dell'ex-stazione di Cascia-Serravalle (A. Stigliani, 2014)

  • Ingresso lato Serravalle della galleria posta nei pressi della ex-stazione di Cascia-Serravalle (A. Stigliani, 2014)

  • Sbocco lato Norcia della galleria nei pressi dell'ex-stazione di Cascia-Serravalle (A. Stigliani, 2014)

  • Galleria nei pressi dell'ex-stazione di Cascia-Serravalle, utilizzata per il passaggio di pedoni e ciclisti; portale lato Norcia (A. Stigliani, 2014)

  • Ex-sedime, utilizzato come percorso ciclo-pedonale, tra Cascia-Serravalle e Villa di Serravalle (A. Stigliani, 2014)

  • Ex-fermata di Villa di Serravalle, con l'adiacente sedime recuperato come percorso per utenti non motorizzati (R. Rovelli, 2012)

  • Ex-fermata di Villa di Serravalle, abbandonata e pericolante (R. Rovelli, 2012)

  • Ex-sedime nei pressi della fermata di Villa di Serravalle, recuperato come percorso per utenti non motorizzati (R. Rovelli, 2012)

  • Ex-sedime nei pressi di Norcia, divenuto un sentiero sterrato (R. Rovelli, 2012)

  • Ex-sedime nei pressi della stazione di Norcia, divenuto un percorso sterrato (A. Stigliani, 2014)

  • Ex-stazione di Norcia, in buono stato di conservazione (R. Rovelli, 2012)

  • Ex-stazione di Norcia, lato strada (A. Stigliani, 2014)

  • Ex-stazione di Norcia, in discrete condizioni di conservazione (F. Rapiti, 2010)

  • Particolare della ex-stazione di Norcia, con la dicitura ancora ben riconoscibile (A. Stigliani, 2014)

  • Ex-stazione di Norcia, lato binari, con resti della linea elettrica e il sedime divenuto un sentiero sterrato. (R. Rovelli, 2012)

  • Ex-stazione di Norcia, lato binari (F. Rapiti, 2010)

  • Ex-stazione di Norcia negli anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Norcia (R. Rovelli, 2012)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Norcia, in buono stato di conservazione (A. Stigliani, 2014)

  • Altra immagine del magazzino merci della ex-stazione di Norcia (A. Stigliani, 2014)

  • Ex-sedime, ormai inerbito e disarmato, in corrispondenza del magazzino merci della ex-stazione di Norcia (A. Stigliani, 2014)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Norcia (F. Rapiti, 2010)

  • Magazzino merci della ex-stazione di Norcia negli anni '70 (F. Brozzetti, G. Nani, C. Roscini, 1973)

  • Rimessa locomotive della ex-stazione di Norcia (F. Rapiti, 2010)

Video