Ferrovia Modena (SEFTA) - Spilamberto - Vignola (SEFTA)

Scheda

Dati principali

Lunghezza: 24,915 km

Apertura: 1888

Chiusura: 1969-1972

Ultimo gestore: Società Emiliana Ferrovie Tranvie Automobili (oggi ATCM)

Elettrificazione: 3000 V CC

Scartamento: Ordinario

Stazioni e fermate: Modena (SEFTA), Vaciglio, Paganine, S. Donnino di Nizzola, S. Lorenzo-S. Vito, Castelnuovo Rangone, Settecani-Castelvetro, Belvedere, S. Eusebio, Rio Secco, Spilamberto, Confine, Vignola


Stato attuale

La linea è chiaramente visibile per l’intero tracciato, eccetto un tratto alla periferia di Modena cancellato dalla realizzazione di un centro commerciale, ed è stata recentemente trasformata in pista ciclabile asfaltata. Numerosi ed in buono stato i ponti, anche se tutti di breve lunghezza. In buone condizioni quasi tutti i fabbricati di stazione, generalmente trasformati in abitazioni private, mentre le case cantoniere sono state riutilizzate per gli usi più disparati. A Castelnuovo Rangone il fabbricato viaggiatori è stato trasformato in sede per uffici comunali mentre il fabbricato di Spilamberto è stato demolito.

Mappa

legenda legenda legenda legenda legenda

Immagini

  • Ex-stazione di Vaciglio, abbandonata e fatiscente (O. Malatesta, 2011)

  • Altra immagine della fatiscente ex-stazione di Vaciglio, nel più totale abbandono (Davide S., 2011)

  • Ex-stazione di Paganine, con gli accessi murati (D. Silvestrini, 2012)

  • Ex-stazione di Paganine, abbandonata e in evidente degrado, con l'ex-sedime convertito in percorso ciclo-pedonale (O. Malatesta, 2011)

  • Ex-stazione di S. Donnino, in evidente stato di degrado (D. Silvestrini, 2012)

  • Ex-stazione di S. Donnino, fatiscente e pericolante (O. Malatesta, 2011)

  • Ex-stazione di S. Lorenzo-S. Vito, in discreto stato di conservazione (D. Silvestrini, 2012)

  • Ex-sedime nei pressi di S. Lorenzo-S. Vito, recuperato come percorso ciclo-pedonale, con resti di rotaie che affiorano dall'asfalto (D. Silvestrini, 2012)

  • Ex-stazione di Castelnuovo Rangone, ben conservata e riutilizzata per altre attività (D. Silvestrini, 2012)

  • Ex-stazione di Castelnuovo Rangone, ristruttura e oggi sede di uffici comunali (M. Martelli, 2008)

  • Particolare della ex-stazione di Castelnuovo Rangone, con il nome chiaramente leggibile (D. Silvestrini, 2012)

  • Ex-sedime convertito in pista ciclabile nei pressi di Castelnuovo Rangone (M. Martelli, 2008)

  • Ex-sedime convertito in pista ciclabile nei pressi di Castelnuovo Rangone (M. Martelli, 2008)

  • Piazzale della ex stazione di Spilamberto, demolita per costruire il deposito delle autocorriere (M. Martelli, 2013)

  • Pista ciclopedonale realizzata sul sedime ferroviario all'uscita dalla stazione di Spilamberto; sullo sfondo a destra la linea per Vignola, a sinistra quella per Bazzano (M. Martelli, 2013)